Giuseppe Bini

curriculum

Si è diplomato in Pianoforte, Composizione e Direzione d'Orchestra con il massimo dei voti presso il Conservatorio "N.Piccinni" di Bari, dove ha studiando con i maestri A. Annese, R. Marrone, P. Rotili, B. Putignano. 

Come pianista si è perfezionato con insigni maestri di fama internazionale, quali L. Berman, A. Ciccolini, F. Rzewski, M. Somma ed è vincitore di numerosi concorsi nazionali ed internazionali. Si è esibito come solista con l’Orchestra del Conservatorio “N. Piccinni” di Bari in diversi concerti. Ha partecipato, in qualità di vincitore della selezione “What’s Next”, al 40° Festival di Nuova Consonanza “PLAY”, con un concerto tenuto al Goethe-Institut  di Roma e trasmesso in prima serata da Rai-Radio Tre. Ha partecipato, con l’esecuzione degli Etudes boreales e di Immagini da Escher di I. Fedele e in prima assoluta di Hommage  à Gy. K. di M. Stroppa,  alle edizioni  2005 e 2006 del Festival di Musica Contemporanea URTIcanti. Si è esibito come pianista del "Quatour Abime" per la Camerata Musicale Salentina, la Fondazione Lirico-Sinfonica  Petruzzelli e la Camerata Musicale Barese, collaborando con l'attore A. Haber. Ha partecipato al concerto monografico su musiche di S. Raich, con la partecipazione straordinaria del compositore, organizzato a Bari da Time Zones. Svolge un'intensa attività concertistica, affiancando allo studio dei classici un particolare interesse per la musica contemporanea.

Come compositore ha conseguito il Diploma di Alto Perfezionamento in Composizione presso l'Accademia Nazionale Santa Cecilia di Roma, dove ha studiato per il perfezionamento con i maestri A. Corghi e I. Fedele. È vincitore del  terzo  premio  al  Concorso  Internazionale  di  Composizione  V.  Bucchi  2007.    Tra    le   sue numerose composizioni si citano …Richiami onirici… (2008) e Venusiana (2009) eseguite dall’Ensamble  Algoritmo diretto da M. Angius presso l’Auditorium “Parco della Musica” di Roma e il Trio Petit Mozart-Suite in cordes vides eseguito dall'ensemble dei Pomeriggi Musicali, oltre alla orchestrazione completa degli Études Symphoniques op.13 di R. Schumann eseguita in prima assoluta nel 2018 dall’Orchestra Sinfonica Metropolitana della Bari.  Alcune sue opere sono edite dalle Edizioni Sconfinarte.

Come direttore d'orchestra si è esibito in numerosi concerti, dirigendo diversi ensemble cameristici e orchestre, tra cui l'Orchestra del Conservatorio di Bari, l'Orchestra Magliano Festival, l'Orchestra Festival Opera de Mari, l'Orchestra Sinfonica Metropolitana di Bari e l'Orchestra ICO della Magna Gracia, cimentandosi nella direzione di un vastissimo  repertorio che spazia dal sinfonico, alla musica sacra, all’opera lirica, alla musica contemporanea. Nel 2008 ha diretto in prima assoluta italiana l'azione scenica Berceuse di L. De Pablo al Festival URTIcanti. Nel 2016, alla direzione dell'Orchestra Sinfonica Metropolitana di Bari, ha collaborato con M. Mirabella (voce narrante) nella esecuzione della fiaba musicale Pierino e il Lupo di S. Prokofiev.  Nel 2017 ha diretto Cavalleria Rusticana di P. Mascagni per il Salento Opera Festival.  Nel 2019 ha diretto I Capuleti e i Montecchi di V. Bellini per il Festival opera de Mari. Sempre nel 2019, per un concerto promosso dall'Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme per la Terra Santa, si è esibito con l'Orchestra ICO della Magna Grecia nelle esecuzioni della celeberrima Sinfonia n.7 op.92 di L. van Beethoven e, con il grande pianista Benedetto Lupo, del Concerto per pianoforte e orchestra KV488 di W. A. Mozart.

​E' fondatore e Direttore Artistico-Musicale del Festival Opera de Mari con cui a già all’attivo numerose produzioni di prestigio. È docente di pianoforte presso la Scuola Pubblica Statale, svolge attività di ricercatore ed è coautore di uno studio sulle applicazioni della Sezione Aurea pubblicato sul sito del CNR.

PROSSIMI IMPEGNI
  • Produzioni 2020 del Festival Opera de Mari